10 Lug

Rc Auto, arriva il modello base, confronto più facile tra le tariffe

Ci sono voluti quasi otto anni, ma alla fine il contratto base dell’Rc auto, il modello di polizza con le clausole minime necessarie per adempiere all’obbligo di assicurazione dei veicoli, che in teoria dovrebbe consentire ai consumatori di confrontare più facilmente le varie proposte sul mercato, è in dirittura d’arrivo. È entrato in vigore oggi, infatti, il decreto del ministero dello Sviluppo economico, previsto da una legge del 2012, che ne fissa le caratteristiche.

Offerta su web.

La legge del 2012 che introdusse il concetto di contratto base stabilisce che “ciascuna impresa di assicurazione determina liberamente il prezzo del contratto base” (ma anche delle condizioni aggiuntive, evidenziando la riduzione o l’incremento del premio conseguente alla stipulazione di ciascuna di esse) e formula, obbligatoriamente, la relativa offerta al consumatore “anche tramite il proprio sito internet”, ferma restando la libertà di offrire separatamente qualunque tipologia di garanzia aggiuntiva o diverso servizio assicurativo.

Obiettivo: confrontare. L’offerta deve utilizzare il modello elettronico predisposto, appunto, dal ministero dello Sviluppo economico “in modo che ciascun consumatore possa ottenere un unico prezzo complessivo annuo”. Tutto ciò per favorire “la progressiva maggiore confrontabilità dell’offerta assicurativa”.

Fonte: Quattroruote

Share this

Leave a reply